Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno – Il partito di Fratelli d’Italia sarà rappresentato in Parlamento dai salernitani Antonio Iannone (Senato) ed Edmondo Cirielli (Camera). Dati alla mano, il deputato di lungo corso analizza: “Raggiungiamo un risultato assolutamente positivo” dice Cirielli,  che argomenta: “Con il nostro 5%, ben al di sopra della media nazionale, qui raggiungiamo percentuali tra le più alte d’Italia e raddoppiamo la delegazione in Parlamento nonostante a sud della provincia sia andata molto forte la Lega”. Il voto ha cambiato la geografia politica. Cirielli analizza: “Il dato più rilevante è la pesante sconfitta di De Luca e del suo sistema. Politicamente determinerà un terremoto”. Al tavolo spiegherà: “Da oggi chiederemo fortemente le dimissioni del Governatore”. Aggiunge: “I risultati fortissimi raggiunti dai 5 Stelle sono una risposta all’arroganza del deluchismo: De Luca ha alimentato questa forza antisistema ed il voto di rabbia dei salernitani che sono razionali e difficilmente si fanno guidare dalla ‘pancia’.” Sulla Lega: “In alcune zone del Cilento e nella Piana del Sele ha raggiunto picchi superiori alle percentuali del napoletano a causa della gestione vergognosa dell’immigrazione, problema ignorato da De Luca e dal Pd salernitano e maldestramente controllato dalle autorità statali”. Cirielli è stato eletto nel proporzionale: “Da uomo di squadra mi avrebbe fatto piacere vincere nel collegio uninominale soprattutto perché avrei potuto far eleggere Luisa Maiuri. In assoluto ho preso gli stessi voti di Marzia Ferraioli, eletta, ma abbiamo scontato un’onda anomala che non poteva essere contrastata”. Cirielli punta sulla sicurezza: “Mi occupo di immigrazione, giustizia e sicurezza da prima che ne parlasse la Lega. A Scafati avevamo notato una serie di anomalie amministrative, Santocchio è stato il più forte consigliere di opposizione nella denuncia degli scandali al Comune ed ora subisce intimidazioni gravi. Avanzerò una interrogazione parlamentare sia per garantire la tutela personale a Santocchio sia per far luce su quanto accade e dimostrare alla criminalità che lo Stato non arretra”.

Il senatore Antonio Iannone: “La situazione in Parlamento è abbastanza complicata, Forza Italia è la prima coalizione, Fratelli d’Italia ha raddoppiato i voti rispetto alle politiche del 2013 con la Campania che esprime due parlamentari a cui auspichiamo si aggiunga un secondo seggio alla Camera”. Iannone ha l’obiettivo di rafforzare il partito sul territorio “anche perché il sistema di potere e di governo di De Luca ha dimostrato tutti i suoi limiti con un crollo verticale del Pd certamente non mitigato da conferenze stampa auto-consolatorie”. Affonda: “I Campani oltre ad aver espresso un voto politico nazionale hanno espresso anche un giudizio sul sistema di Governo dei territori molto chiaro”.