Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno – Il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, ha presieduto stamane una nuova riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per fare, con le Forze di Polizia e con la partecipazione di alcuni sindaci, il punto sulla situazione riguardante il “COVID 2019Coronavirus”, all’indomani dell’incontro svoltosi nel pomeriggio di ieri presso la sede della Regione Campania con tutti i Prefetti e i Sindaci del territorio regionale.

Al Comitato erano presenti alcuni Sindaci della provincia in rappresentanza del Consiglio dei sanitari dell’ASL e dei comuni sede di presidi sanitari, il Presidente della Provincia, il Sindaco della Città di Salerno, il Direttore Sanitario dell’ASL, il Commissario Straordinario dell’ Azienda Ospedaliera UniversitariaSan Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno”, il Presidente dell’Ordine dei Farmacisti, i rappresentanti dell’Ufficio Scolastico provinciale e dei Vigili del Fuoco.

Nel corso della riunione si è preso atto delle disposizioni del Presidente della Giunta Regionale, intervenute nella serata di ieri, con le quali è stata disposta la sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore e universitaria su tutto il territorio regionale fino al marzo 2020 per consentire di effettuare un programma di disinfezione straordinaria dei locali.

Ancora una volta il Prefetto ha ribadito l’esigenza di garantire un corretto circuito informativo inter-istituzionale, armonizzare gli interventi delle Istituzioni e, in particolare, dei Sindaci, che dovranno attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dalle autorità competenti in materia sanitaria nonché alle disposizioni del Governo e della Regione Campania.

L’incontro è stato animato dagli interventi degli amministratori locali, che si sono confrontati su alcuni degli aspetti problematici emersi in questi giorni, che hanno condotto all’adozione di ordinanze eterogenee e riguardanti una molteplicità di profili, relativi alla sospensione delle attività didattiche, alle raccomandazioni da fornire ai cittadini, alla tipologia di rapporti con le autorità sanitarie competenti, alle manifestazioni pubbliche.

Al termine del confronto, sono stati condivisi dai Sindaci alcuni punti che il sindaco di Bellizzi, in rappresentanza dell’ANCI regionale, ha sintetizzato, facendo presente che nella riunione odierna si è riusciti ad uniformare finalmente i comportamenti circa gli atti da adottare in ogni comune, che dovranno conformarsi a quanto riportato nelle valutazioni tecniche del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl.

E’ stato espresso, altresì, grande apprezzamento per l’intendimento del Prefetto e del Presidente della Provincia di riunire tutti i sindaci lunedì 3 marzo, alle ore 10,30, presso la Sala della Provincia, al fine di chiarire i dubbi rappresentati nella riunione odierna e che ogni sindaco potrà, in questi giorni, inviare via email all’ASL per far chiarezza sulle situazioni incerte.

Inoltre, il rappresentante dell’ANCI ha aggiunto che siederà al tavolo dell’ Unità di Crisi in Regione anche in rappresentanza dei piccoli Comuni.

Infine, è stata condivisa dai sindaci presenti l’intesa di effettuare direttamente la disinfezione all’interno dei locali scolastici, in un’ottica di collaborazione, e di sospendere le manifestazioni pubbliche fino al 1° marzo nello spirito di una coesione istituzionale a fini cautelativi.

Il Direttore dell’ASL, in relazione a quanto richiesto dai sindaci, ha assicurato la disponibilità a raccogliere le perplessità emerse, che verranno approfondite in questi giorni e sulle quali saranno forniti chiarimenti nella riunione di lunedì 3 marzo.