Tempo di lettura: < 1 minuto

           

Salerno – Cadono, uno ad uno, i veli su Piazza della Libertà. Se l’assessore De Maio assicura che sarà pienamente fruibile a settembre, già da queste ore i salernitani possono iniziare a familiarizzare con l’opera recintata dal Crescent e delimitata dal mare su cui si affaccia.

Complice la necessità di conformare anche le aree perimetrali, sia dal lato della Stazione Marittima che del Lungomare nel pomeriggio di mercoledì si sono aperti ampi varchi. E’ stato quindi possibile vedere in che modo stanno proseguendo i lavori.

Tra gli aspetti che balzano agli occhi, certamente il dislivello tanto notevole da garantire – a quota zero – la presenza di locali commerciali. Poi le rampe di ingresso ai parcheggi interrati. Infine l’ampiezza di una piazza davvero molto grande che si riammaglia al lungomare anche nel disegno della pavimentazione in pietra lavica.  

La nota stonata riguarda i danni causati alla pavimentazione del  lungomare dal transito dei camion carichi di terra per le due aiuole ricavate in luogo delle palazzine mai costruite.