Tempo di lettura: 2 minuti

Cava de’ Tirreni (Sa) – Lunedì 25 maggio hanno preso servizio effettivo i 61 percettori del Reddito di Cittadinanza che, in base alle nuove possibilità offerte dai Progetti Utili alla Collettività (PUC) previsti nella Misura del Pon Inclusione e dopo le procedure espletate dal Piano di Zona S2, di concerto con l’Ufficio per l’Impiego territoriale possono essere occupati presso il Comune di Cava de’ Tirreni.

Partiti i primi due progetti “Green team” e “Green team 2”. Essi prevedono l’impiego del nuovo personale per la cura del verde pubblico cittadino, aiuole, strade ma anche pulizia e guardiania delle ville e parchi cittadini e piccola manutenzione dei parchi giochi e aree naturalistiche.

I percettori del reddito di cittadinanza, nell’ambito dei Patti per il lavoro e per l’inclusione sociale, sono tenuti a svolgere i PUC nel Comune di residenza con un impiego dalle 8 alle 16 ore settimanali.

 “Sono tante le persone che ricevono il reddito di cittadinanza e che mi hanno manifestato soddisfazione per questa opportunità – dice l’Assessore ai Servizi Sociali, Annetta Altobelloche li pone nella condizione di essere percettori attivi di un reddito guadagnato con il lavoro. Ovviamente sono progetti di carattere nazionale che non possono prevedere alcuna possibilità di stabilizzazione presso i Comuni e gli enti”.

Entrerati in servizio anche i 14 percettori di reddito di cittadinanza destinati alla Metellia Servizi per il progetto “Tutta mia la Città” ed impiegati nell’ambito del decoro urbano e diserbo.

L’Amministrazione Servalli ha avviato ben 11 progetti Utili alla Collettività. Dopo “Green team” – “Green team 2” e “Tutta mia la Città” saranno attivati prossimamente anche i progetti che impiegheranno gli RDC nella pulizia del cimitero, presso la Protezione Civile, la Polizia Municipale, per la piccola manutenzione delle scuole, per il supporto all’organizzazione di eventi, per le attività dell’Ufficio del Giudice di Pace e dei Servizi Demografici e dei vari settori amministrativi del Comune.

“All’ultimo incontro per organizzare il lavoro con coloro che si occuperanno del verde pubblico – afferma il vicesindaco con delega all’ambiente e manutenzione, Nunzio Senatore – ho trovato persone motivate e volenterose. Una grossa opportunità anche per il Comune che potrà avere forza lavoro da impiegare soprattutto in quei settori dove maggiormente c’è necessità per la cronica carenza di personale”.