Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – La Sidigas Avellino non ha mai perso in casa contro Pistoia, sei partite e sei vittorie. Nel girone di andata, la truppa di Sacripanti, ha vinto con il massimo scarto (15 punti) tra le gare giocate a Pistoia. Il tecnico degli irpini in vantaggio 7 a 2 nei precedenti contro Esposito, tra i due un quarto di finale dei playoff scudetto della stagione 2015/16 vinto dalla squadra di Sacripanti per 3-0. Seconda e quarta squadra nella classifica dei rimbalzi, Avellino quarta con 37 palloni catturati di media e Pistoia seconda con 38.9 Prima e ultima per percentuale da due punti e totale in campionato, Avellino guida la classifica del tiro da due con 57.1% e quella della percentuale totale con il 50.4% Pistoia ultima con il 46.9% da due e il 42.2% dal campo.

In casa The Fleex Pistoia, coach Vincenzo Esposito, ha presentato il match del Pala delMauro: “Abbiamo la fortuna di poter contare da alcune settimane sulle medesime facce, senza bisogno di dover continuamente cambiare, inserire nuovi elementi, rinunciare a qualcuno, e questo ci aiuta – spiega Esposito –  Anche in questi giorni abbiamo dovuto necessariamente lavorare in otto, nove giocatori, a causa dei problemi fisici di Bond e Barbon, che sicuramente non saranno della partita, Mian e McGee che invece speriamo di poter recuperare”.

E su Avellino, Esposito, dichiara: “Siamo ben consapevoli della difficoltà della gara di Avellino, andiamo a giocare la nostra partita con fiducia. Affrontiamo una delle capoliste, una squadra costruita con il dichiarato intento di arrivare a giocarsi qualcosa di importante nel corso della stagione, ma quello che chiederò ai ragazzi sarà di giocare 40 minuti con la necessaria intensità e il giusto atteggiamento – conclude il tecnico di Pistoia – Al di là della profondità e della qualità del roster, sarà anche vogliosa di riscattare l’eliminazione dalla Champions League, ma il nostro obiettivo deve essere comunque quello di stare sul pezzo, reagire e lottare di squadra di fronte alle difficoltà”.