Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Un derby da vivere da ex, contro la squadra nella quale ha chiuso la sua carriera da calciatore. Pasquale Foggia, attuale direttore sportivo del Benevento, ha giocato 22 partite con la maglia della Salernitana nella stagione 2013/14, mettendo a segno una sola rete. Lunedì sera sarà dunque uno dei tanti ex che animeranno il confronto tra le formazioni di Inzaghi e Ventura. Il dirigente giallorosso è intervenuto questo pomeriggio alla trasmissione “Punto Nuovo Sport Show“, in onda sulle frequenze di Radio Punto Nuovo.

Derby – “Siamo carichi, è una partita diversa dalle altre. Una gara che vogliamo affrontare nel migliore dei modi“.

Hetemaj – “E’ un giocatore forte per la A e siamo contenti d’averlo con noi, anche se non è stato semplice prenderlo“.

Insigne – “Sono più forte io, glielo dico sempre”.

Inzaghi – “Vuole vincere ancora, è questa la sua forza, non si accontenta mai, ha dimenticato il passato da calciatore e vuole dimostrare di valere tanto come allenatore. E’ un tecnico molto preparato, con uno staff importante. Come allenatore è uno che non molla nulla, sia durante la settimana che in partita. E’ un punto di forza, trasmette la sua fame e la sua voglia di voler vincere“.

Somiglianze – “Ancelotti o Allegri? Somiglia a Pippo Inzaghi. Loro due hanno vinto e dimostrato di essere tra gli allenatori più importanti del mondo, Pippo ha quell’obiettivo, siamo contenti di potercelo godere“.

Ex – “Ho vissuto un anno da calciatore a Salerno, è una piazza che ti trascina, passionale, vive di calcio. Ho ottimi ricordi, ne sono molto legato“.

Sampdoria – “Ha cambiato allenatore e giocatori, si parla solo di situazioni societarie che destabilizza il quotidiano. Mi dispiace per il momento di difficoltà, la piazza molto bella, ci ho vinto un campionato e so quanta passione hanno i tifosi“.

Settore giovanile – “Il Benevento ci punta molto, abbiamo fatto esordire otto giocatori tra Serie A e B“.

Papà – “E’ più forte Ciccio o Pasquale Foggia? Dicono tutti mio padre“.