Tempo di lettura: 2 minuti

Vicenza –

Grandi 6: Incassa tre gol ma non ha colpe particolari. Nel primo tempo compie anche almeno due ottimi interventi su Insigne e Acampora col punteggio ancora sullo 0-0.

Bruscagin 6: Ci prova di testa nel primo tempo e poi arriva al cross causando non pochi problemi nella ripresa. (29’st Alessio 6: classe 2004, riempie l’area dando al Vicenza la forza di provare la rimonta) 

Brosco 5: Il fallo da rigore su Lapadula è un’ingenuità colossale. 

Padella 5,5: Fino al 93′ gioca una gara tutto sommato accorta, poi Barba lo sovrasta firmando il 3-2.

Calderoni 5,5: Spinge poco e difende così così. (29’st Crecco 6,5: gli servono due minuti per segnare e riaccendere le speranze vicentine. Dialoga bene con Giacomelli mettendo in apprensione la difesa giallorossa). 

Ranocchia 5,5: Ha la grande occasione del 2-1 ma la sciupa. Entra ed esce dalla partita non trovando continuità.

Pontisso 5,5: Non offre particolari spunti. (41’st Rigoni: s.v.)

Dalmonte 6,5: Tra i più intraprendenti dei biancorossi. Segna il 2-2 con un bell’inserimento di testa ma anche in precedenza si era distinto per tecnica e corsa). 

Proia 6: E’ il cervello della squadra, quando ha palla sulla trequarti è in grado di creare i presupposti per la giocata. 

Zonta 5,5: Nel primo tempo  impegna Paleari con un destro pericoloso, poi viene sostituito (1’st Di Pardo 5,5: buon carattere ma sono poche le azioni di rilievo che lo vedono protagonista)

Diaw 6: La sua partita dura venti minuti ma fino al momento del cambio aveva dato l’impressione di sapersi rendere pericoloso. (33’pt Giacomelli 7: il suo ingresso cambia la partita per il Vicenza. Serve due assist e va vicino al gol. E’ di gran lunga il più pericoloso dei suoi). 

All: Brocchi 6: Nonostante il divario tecnico il suo Vicenza trova la forza di reagire e raddrizzare la partita. Può essere soddisfatto della voglia mostrata dai suoi.

QUI LA CRONACA DELLA PARTITA

QUI LE PAGELLE DEL BENEVENTO