Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Sono state le riprese delle telecamere ad incastrare definitivamente un 56enne mentre appiccava un cumulo di rifiuti nei pressi di Afragola.

L’uomo, originario di Torre del Greco, è accusato di combustione illecita di rifiuti speciali poiché oltre a bruciare rifiuti domestici tra cui: plastica, legno, carta e cartoni, ha dato fuoco anche a parti di carrozzeria e di tappezzeria di automobili, pneumatici, guaine e materiali speciali e pericolosi.

Inoltre, le indagini svolte dai Carabinieri, hanno dimostrato la colpevolezza del piromane, che aveva causato anche altri due roghi di rifiuti speciali, nel mese di febbraio scorso.

Arrestato, ora il colpevole è agli arresti domiciliari, in attesa della sentenza del Tribunale di Napoli Nord.