Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno – Alta tensione in casa Salernitana alla vigilia della ripresa del campionato. Gli uomini di Colantuono si confronteranno con il Venezia di Superpippo Inzaghi in un match ricco di insidie. Oltre al temibile avversario il tecnico granata dovrà cercare di serrare le fila e trasmettere serenità ad un gruppo che nelle ultime ore è stato scosso da alcune voci di mercato. A far rumore è l’improvvisa rottura tra Angelo Mariano Fabiani e Alessandro Bernardini (foto). Nei giorni scorsi il club granata e il difensore centrale avevano raggiunto un accordi di massima per il rinnovo del contratto. Nelle ultime ore qualcosa è cambiato ed il trentenne ha deciso di fare dietrofront. Non è da escludere che il piemontese abbia trovato l’intesa con un’altra società (nei giorni scorsi si parlava del Novara) e stia forzando la mano per lasciare la Salernitana già a gennaio. Il cambio di rotta di Bernardini ha dato fastidio al dg granata che in un’intervista rilasciata a Tuttomercatoweb non le ha mandate a dire. Il dirigente romano ha annunciato che il centrale, al pari degli altri calciatori in scadenza, non andrà via nel corso di questa sessione di mercato. ‘Sbagliano a pensare che il mancato rinnovo possa far da preludio ad una cessione’. Fabiani ha rincarato la dose affermando che nella vita ci vuole un po’ di riconoscenza e ricordando che al calciatore è stata data fiducia in un momento particolare della sua carriera. ‘In considerazione delle noti vicende relative all’inchiesta Treni del Gol’. Ora c’è il rischio che Bernardini e la Salernitana vivano da separati in casa per il resto della stagione. Il difensore potrebbe non essere convocato, per motivi disciplinari, per la sfida con il Venezia. Una decisione che creerebbe ulteriori problemi a Colantuono che sperava che il mercato gli regalasse qualche innesto di qualità ed una rosa più snella. Alla fine è arrivato il solo Simone Palombi in prestito dalla Lazio e sono partiti Gatto (Entella) e Ciceretti (Pordenone). Nelle prossime ore Rizzo potrebbe accordarsi con il Catania. Restano in uscita Odjer, Della Rocca e Rodriguez ma al momento ci sono soltanto timidi approcci per questi calciatori. Restano congelate le posizioni di Casasola e Bellomo che potrebbero prendere anche altre direzioni nelle prossime ore. Nel frattempo il tecnico medita di concedere una nuova chance ad Odjer, forse l’ultima, e a Zito in occasione del match del Venezia. I due calciatori sono stati provati in allenamento in luogo degli squalificati Vitale e Minala.

Giuseppe D’Alto