Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – Scoperta una discarica abusiva a Sanza. Sono stati ritrovati rifiuti di ogni genere lasciati in località Noce le Conche, lungo il Sentiero della Fede. Plastica, bottiglie, buste contenenti di tutto lasciate lungo il sentiero. “L’inciviltà non ha davvero misura – ha commentato il consigliere comunale con delega alla montagna, Angelo Marotta. L’assurdità è che qui qualcuno è dovuto venire di proposito, con un mezzo, per depositare tutto questo materiale. In un paese dove da anni si effettua il ‘porta a porta’ per la raccolta differenziata, dove la spazzatura è ritirata a casa, ogni giorno, trovare il coraggio di andare a depositare in montagna tutti questi rifiuti è davvero inspiegabile”, ha aggiunto Marotta. “Provvederemo con immediatezza alla rimozione e nel contesto vaglieremo con attenzione il materiale alla ricerca di elementi utili ad identificare l’autore di questo scempio che sarà denunciato alla Procura della Repubblica di Lagonegro”.

Già mesi addietro la denuncia del Corpo Forestale dello Stato che aveva scoperto uno smaltimento illecito mediante abbandono e successiva combustione di rifiuti di origine animale, sempre nel comune di Sanza ma in località “Casali” addirittura all’interno del perimetro dell’area protetta Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.  Gli Agenti in quel caso avevano accertato che i rifiuti accumulati ed in gran parte bruciati, erano costituiti da scarti di origine animale e da numerosi cartoni parzialmente arsi su alcuni dei quali erano impresse etichette adesive ancora consultabili e riportanti, oltre la natura e quantità del prodotto, anche le indicazioni dell’esercizio commerciale al quale erano stati spediti.