Il Frigento tenterà la riammissione in Prima: intesa con mister Cappuccio

L’ultima annata per il Frigento è stata sfortunata sotto ogni punto di vista. La società ufitana, prima allenata dal tecnico lionese Gabriele Caruso e

lettura in 2 min

L’ultima annata per il Frigento è stata sfortunata sotto ogni punto di vista. La società ufitana, prima allenata dal tecnico lionese Gabriele Caruso e poi dal locale Cipriano, è infatti retrocessa in Seconda Categoria, nonostante un positivo finale di stagione che aveva permesso di disputare il play out esterno contro il Volturara Terminio. Il pareggio (1-1) dopo 120’, però, ha di fatto salvato i volturaresi e fatto retrocedere i frigentini, che ad oggi disputerebbero il torneo di Seconda Categoria.

Dopo la comprensibile delusione per la retrocessione, il Frigento del presidente Cipriano è pronto a rituffarsi nel calcio dilettantistico e con ogni probabilità presenterà, nel mese di settembre, la domanda di riammissione alla Prima Categoria. Nel frattempo sembra essere stato scelto il suo nuovo condottiero. In caso di avvenuta riammissione, infatti, avrebbe già dato il suo benestare a trasferirsi a Frigento l’esperto tecnico mirabellano Fiore Cappuccio, lo scorso anno alla guida della Virtus Sturno nel girone D di Prima Categoria ed ex, tra le altre, di Atletico Taurasi, Fontanarosa, Eclanese e Atletico Luogosano.

Cappuccio sarebbe stato convinto dalla società frigentina a sposare il progetto. L’intento è infatti quello di attrezzarsi per disputare un torneo tranquillo, in grado soprattutto di stazionare nella parte sinistra della classifica. In caso di fumata bianca, il Frigento verrebbe sicuramente inserito, come la passata stagione, nel raggruppamento D di Prima Categoria, dove ad oggi una delle squadre più attive in sede di calciomercato è sicuramente la neopromossa Vincenzo Nigro Bagnoli del confermato tecnico Corrado, che ha ingaggiato elementi importanti come i vari Salomone, Fazio, Masullo, Cianculli e Capuano.

sicurmore

Commenti