Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – La mozione di sfiducia presentata dal gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle nei confronti del sindaco Clemente Mastella, continua ad agitare il mondo politico del capoluogo sannita.

Dopo le parole pronunciate stamane da Federica De Nigris, coordinatrice provinciale di Sinistra Italia, che chiedeva al Partito Democratico e ai suoi consiglieri di appoggiare la mozione di sfiducia o, nel caso, di proporne una propria cercando di connettere i gruppi consiliari di opposizione, arrivano anche le prese di posizione di alcuni esponenti della maggioranza consiliare.

A parlare sono le consigliere Annalisa Tomaciello,  Angela Russo, Maria Grazia Chiusolo, Giuliana Saginario,  Patrizia Callaro e Romilda Lombardi. Le consigliere comunali hanno definito un “atto irresponsabile” la mozione presentata dai grillini.

“Il momento è delicato – hanno continuato – e bisogna adoperarsi per adottare ogni provvedimento che ci consenta di arginare e reagire al rischio di una eventuale emergenza sanitaria . Pertanto riteniamo che sia davvero inopportuno depositare tale atto, che porterebbe solo ad un accentuarsi dello scontro politico e amministrativo, tutto questo per avere uno scorcio di visibilità, stante i tanti proclami fatte dalle stesse consigliere di operare invece per il bene della città.

Questa cosa a nostro avviso è davvero una caduta di stile. I mesi a venire – concludono – rappresenteranno un’occasione in cui la scritta ‘concordes in unum’, che campeggia nell’aula consiliare, diventi lo spirito che debba accompagnare l’azione politica dell’intero Consesso”.