Provinciali, dal vertice di palazzo Mosti una chiusura totale agli “autonomi”

Provinciali, dal vertice di palazzo Mosti una chiusura totale agli “autonomi”

Chiaro il messaggio al gruppo di “Sannio in Movimento”: la maggioranza non avrà una terza gamba

Tempo di lettura: 1 minuto

Provinciali ancora in primo piano e a tener banco sono le vicende interne ai sostenitori del presidente Di Maria. Questa mattina vi abbiamo raccontato di come sia ormai a buon punto il percorso di costruzione di una ulteriore lista desiderosa di rafforzare la prossima maggioranza consiliare alla Rocca conservando però un profilo di autonomia rispetto all’alleanza guidata da Clemente Mastella.
Ma proprio da palazzo Mosti, al termine della riunione di cui pure vi abbiamo dato conto, e a cui hanno preso parte tutti i maggiorenti del centrodestra, compreso il presidente Di Maria, è giunto un messaggio chiaro all’indirizzo del gruppo “Sannio in Movimento”.

“Organizzeremo due liste” – ha spiegato Mario Pepe. Cosa vuol significare? Che pure dovesse esserci, la terza lista non sarebbe riconosciuta come parte integrante della maggioranza. Questa la “linea” dettata da Mastella e condivisa dal tavolo del centrodestra. Al gruppo che fa capo a Fernando Errico (che prova, a fatica, a tenere vivo il filo del dialogo tra le due parti) e a Domenico Matera ora non resta che scegliere. Che fare? Rientrare nel centrodestra ufficiale o proseguire nel cammino intrapreso correndo il rischio dell’isolamento? Dalla riunione già in programma mercoledì prossimo, probabilmente, giungerà la risposta.


Scarica la nostra App
Disponibile su Google Play




Commenti