Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – La rivincita di Della Ragione a Bacoli, la vittoria del candidato civico di De Luca a Casoria, il ritorno della sinistra (anche se guidata da esponenti in passato del centrodestra) a Nola dopo 20 anni.

Hanno regalato non poche sorprese i ballottaggi andati in scena domenica 9 giugno in cinque comuni napoletani. Se l’affluenza è stata decisamente da dimenticare (43,70% il dato finale), l’esito politico vede le coalizioni di centrodestra, sostenute nell’ultima settimana dall’arrivo di Matteo Salvini e Giorgia Meloni, perdere malamente a Casoria, Bacoli e Nola. 

CASORIA (AFFLUENZA 30,53%) – Il nuovo sindaco di Casoria è Raffaele Bene, candidato di Campania Libera, lista riconducibile al presidente della regione Vincenzo De Luca e al suo braccio destro Tommaso Casillo (vicepresidente del consiglio regionale). Sconfitta 57,55% a 42,45% Angela Russo, sostenuta lunedì scorso anche dal comizio elettorale di Matteo Salvini. A Casoria però il vincitore assoluto è stata l’astensione che ha raggiunto un picco imbarazzante (70%).

BACOLI (AFFLUENZA 51,87%)- Josi Della Ragione riconquista Bacoli e batte al secondo turno Aniello Savoia, candidato del centrodestra supportato dall’arrivo nel comune flegreo della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Tremila i voti di scarto rifilati dalle tre liste civiche del giovane sindaco (già eletto nel 2015 ) che conquista il 62.78 per cento delle preferenze. “Bacoli è una Ferrari, dobbiamo ripartire collaborando con gli altri comuni dei Campi Flegrei” ha annunciato Della Ragione il piazza davanti a una folla in delirio.

NOLA (AFFLUENZA 64,67%) –  Ballottaggio senza storia anche nel comune bruniano dove trionfa Gaetano Minieri, a capo della coalizione di liste civiche riconducibili al centrosinistra. Minieri (che in passato, a livello locale, è stato esponente di rilievo di Alleanza Nazionale) conquista il 62,32% delle preferenze battendo con oltre 4500 voti di scarto la candidata del centrodestra Cinzia Trinchese. Un risultato storico a Nola, dove è stata registrata l’affluenza più alta, che torna, apparentemente, al centro sinistra dopo decenni. 

GRUMO NEVANO (AFFLUENZA 46,92%) – Coalizione di centrodestra ko anche a Grumo Nevano, comune a nord di Napoli. Trionfa Gaetano Di Bernardo alla guida di cinque liste civiche di ispirazione conservatrice. Sconfitto 61,15 a 38,85 Angelo Campanile, candidato di Forza Italia e Fratelli d’Italia.

CASAVATORE (AFFLUENZA 42,69) – E’ l’unico comune partenopeo dove le civiche di centrodestra riescono ad affermarsi su quelle di centrosinistra. Vince Luigi Maglione con il 53,33% dei consensi. Cinquecento i voti di scarto rifilati al rivale Pasquale Sollo, a capo di quattro listi civiche di centrosinistra.