San Paolo, dopo l’Inter ci sarà un’accelerazione nei lavori: l’annuncio

L'Assessore Borriello: "Il nostro impianto di illuminazione è più all’avanguardia di quello dello Juventus Stadium"

Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Proseguono spediti i lavori al San Paolo. Tutto dovrà essere pronto per mercoledi 3 luglio, giorno della cerimonia d’inaugurazione della XXX Edizione dell’Universiade. Sarà una corsa contro il tempo per consegnare lo stadio rifatto e rivestito di 55000 sediolini nuovi di zecca per la scadenza fissata dall’agenzia per l’evento.

L’assessore allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, con un intervento radiofonico a Kiss Kiss Napoli ha spiegato come sarà l’impianto dopo i lavori: “Il colore dei sediolini è stato deciso da persone che fanno questo di professione, quindi vi assicuro che l’effetto sarà bello. Vado a chiarire la percentuale dei vari colori che saranno utilizzato. Per l’anello superiore il 60% dei sediolini sarà azzurro, poi ci sarà un 10% di bianco, 10% di grigio, 10% di blu e 10% di giallo. Per l’anello inferiore invece ci sarà 40% dei sediolini azzurro, poi ci sarà un 15% di bianco, 15% di grigio, 15% di blu e 15% di giallo. I Maxischermi sono arrivati e sono due, se non li mettono al San Paolo mi incateno al San Paolo. Le tempistiche sono brevi per l’installazione, ci sono solo poche ore di ritardo rispetto al programma. Dopo la partita con l’Inter chiaramente ci sarà un’accelerazione nei lavori. Verranno piazzati in Tribuna Nisida e nei Distinti. Le misure dovrebbero essere importanti, schermi da 12 metri per 10″.

L’assessore allo Sport del Comune di Napoli ha poi concluso: “Vengono fatte prove sull’effetto luci e sull’audio in questi giorni il nostro impianto di illuminazione è più all’avanguardia di quello dello Juventus Stadium. Chiaramente servirebbero altri interventi, ma questi sono primi passi. Difficile smontare la pista d’atletica, nessuno ha detto no alla proposta di De Laurentiis. Bisogna presentare dei progetti adeguati”