fbpx

“Cerasa Fest”, Coldiretti porta il farmers village nel cuore di Napoli

“Cerasa Fest”, Coldiretti porta il farmers village nel cuore di Napoli

lettura in 5 min

Street food a km zero e agricoltura sociale, mercato di Campagna Amica e animazione per i bambini, cibo 100% italiano e festa delle ciliegie. Sono i temi che accompagnano la seconda edizione del Cerasa Fest, il farmers village che Coldiretti Campania porta nel cuore di Napoli, in piazza Dante. L’iniziativa, che si apre venerdì 15 giugno e prosegue fino a domenica 17 – dalle ore 10 alle 22 – ha il patrocinio morale di Comune di Napoli, Assessorato alle Attività Produttive e seconda Municipalità. Il villaggio contadino dell’agroalimentare campano presenterà a cittadini e turisti il mercato di Campagna Amica, lo street food contadino, i corsi di degustazione dell’olio extravergine, l’orto didattico, l’agriscuola e lo spettacolo a tema del teatro dei burattini “Pulcinella custode dei sapori“, a cura dello storico teatro dei burattini del maestro “Giò Ferraiolo”. Collaborano alla kermesse l’associazione degli olivicoltori Aprol Campania e il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop. È prevista la partecipazione del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, dell’assessore Enrico Panini e della delegata all’Autonomia Flavia Sorrentino.

Il programma prevede l’apertura del mercato Campagna Amica alle ore 10. Ogni giorno nell’area didattica sono previsti: orto didattico dalle 11 alle 13; laboratorio dell’olio extravergine, a cura di Aprol, dalle 17 alle 19; teatro dei burattini dalle 20 alle 22; corsa delle lumache dalle 11 alle 13 a cura del Coteli – Consorzio Tutela Elicicoltura Italiana. L’area dello street food contadino prevede la degustazione di Pasta Armando, prodotto da filiera agricola con grano 100% italiano, gelato di frutta con latte 100% italiano, degustazione formaggi e salumi campani, prodotti da forno con farina 100% italiana, cerasa take-away, succhi di frutta di stagione, macedonia di stagione. Le serate saranno allietate da musica e balli popolari.

Al Cerasa Fest sono previsti nell’area didattica anche approfondimenti e confronti sulle frontiere della nuova agricoltura. Venerdì 15 alle ore 11 si terrà il convegno sul tema “Canapa: una nuova filiera sostenibile in Campania”. Sabato 16 alle ore 11 è in programma la firma del protocollo d’intesa tra Coldiretti Campania e MedEATerranea, accademia enogastronomica riconosciuta dal MIUR; alle ore 18 è prevista la consegna degli attestati del corso di primo livello di assaggiatore di olio Evo a cura di Aprol Campania. Domenica 17 alle ore 11 si terrà il convegno sul progetto “Rete dei Piccoli Comuni del #Welcome”, a cura del Consorzio Sale della Terra con il sostegno etico della Caritas di Benevento, che punta a promuovere l’inclusione attraverso percorsi di agricoltura sociale, artigianato e turismo.

Protagoniste del Cerasa Fest saranno naturalmente le ciliegie campane, un patrimonio di biodiversità con cultivar molto apprezzate come “Malizia”, “del Monte” e “della Recca”, che si ritrovano a fare i conti con competitor stranieri dalle caratteristiche qualitative inferiori ma standardizzate in termini di colore, polpa e forma. Dal punto di vista alimentare mangiare ciliegie aiuta il nostro organismo grazie alle loro proprietà depurative, disintossicanti, antireumatiche e antiossidanti. Le ciliegie presentano una valida quantità di vitamina C e A, entrambe antiossidanti, antinvecchiamento e alleate della bellezza della pelle, ma anche di vitamina B e PP, oltre che essere ricche di sali minerali, potassio, calcio, ferro, fosforo, magnesio e sodio. Fra le proprietà delle ciliegie va segnalato che contengono il levulosio, un zucchero che ha un indice glicemico limitato e che rende le ciliegie amiche anche dei diabetici. Lo spazio dedicato al gustoso frutto rosso sarà curato dall’APC – Associazione produttori di ciliegie di Chiaiano.

Commenti

DISQUS: