Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Nella giornata di ieri alcune testate locali, tra cui la nostra, hanno riportato la notizia circa la possibilità di un nuovo progetto relativo alla costruzione di un centro commerciale nella zona di Capodimonte, alla periferia del capoluogo sannita. Una bella notizia, oggettivamente. Un supermercato, diversi negozi come riportati nel progetto originale e quindi nel documento ufficiale, composto da ben 95 pagine, in cui è descritto che: “La parte iniziale sarà costituita da un superstore a prevalenza di offerta alimentare che punti, per il fresco, sulla distribuzione di prodotti locali, soprattutto per l’ortofrutta, le carni e i prodotti caseari. La galleria sarà composta da piccole e medie superfici con merceologie a prevalenza non alimentare, di solito rinvenibili nel centro cittadino: prodotti per la casa, abbigliamento specializzato, elettronica, libri, articoli da regalo capaci di completare e assortire l’offerta e generare così un notevole richiamo sia per gli acquisti giornalieri che per quelli legati alle speciali occasioni”. Insomma, per farla breve, un supermercato e diversi negozi, dall’elettronica ai beni per la casa, dall’arredamento agli articoli sportivi fino all’abbigliamento e ad una libreria. Per concludere anche uno sportello bancario. Fin qui il progetto che ora dovrà essere approvato dalla Regione.

Appare “meravigliosa” invece la dichiarazione riportata ad Ottopagine dall’Assessore all’Urbanistica e al Suap, Antonio Reale, che invece commenta: “si parla di un piccolo supermercato e non è detto che si farà. E’ fuorviante parlare di un centro commerciale”.

Per scrupolo vi riportiamo la definizione, oggettiva, di centro commerciale, ossia: “un complesso edilizio omogeneo appositamente progettato e costruito per ospitare numerose attività commerciali: punti vendita della grande distribuzione organizzata, negozi specializzati al dettaglio, all’ingrosso o temporanei, catene commerciali in franchising, cinema, ristoranti, banche e altri servizi alla persona come parrucchieri, palestre e altro”.

Facendo un doveroso confronto l’iniziativa presentata su carta dalla società “GM Immobiliare” e pubblicata sul sito del Comune di Benevento è a tutti gli effetti un centro commerciale. Magari di piccole dimensioni, ma viva Dio anche un bambino lo sa che se dentro lo stesso stabile metti un supermercato e diversi negozi che propongono categorie merceologiche diverse, alla fine quello spazio non puoi chiamarlo “Villaggio delle vendite”, “Casa degli acquisti” o “Luogo di ritrovo per acquirenti”. E’ un centro commerciale. Ma Reale ha voluto dire la sua: “E’ fuorviante parlare di centro commerciale, è un supermercato di piccole dimensioni”. Stando ai documenti il tutto è semplice: o sta dicendo una fesseria Reale o è una fesseria il progetto o…aspettiamo di vedere la costruzione in atto e poi tiriamo le somme.