Tempo di lettura: < 1 minuto

Le preoccupazioni di Gabriele Gravina trovano conferma nelle parole di Vincenzo Spadafora. Il Ministro dello Sport è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli, ponendo un freno ai facili entusiasmi in vista della prossima stagione. “Il campionato di calcio si chiuderà con il weekend e già questo mi sembra un grande successo“, ha dichiarato Spadafora, “siamo stati cauti e abbiamo fatto le cose con calma, riaprendo solo quando è stato possibile e non quando qualcuno ha provato a costringerci a farlo“. Per un bicchiere mezzo pieno c’è, inevitabilmente, una metà che rimane vuota. Tanti i nodi da sciogliere, dal protocollo alle date, passando per la riapertura (almeno parziale) degli stadi. “Per settembre speriamo si riparta in tranquillità“, ha proseguito il Ministro, “sull’apertura degli stadi bisogna ancora capire come evolverà la situazione sanitaria. Le fughe in avanti di chi vuole ripartire subito e con gli stadi aperti sono fughe fuori dalla realtà, che trovano riscontro nelle decisioni del Governo. Rigidità dei protocolli sanitari? Sono preoccupato anche io come Gravina, perché sono preoccupato principalmente della situazione emergenziale sanitaria in Italia. Nel momento in cui capiremo come evolverà la situazione sanitaria, ci occuperemo anche del calcio e di tutto il resto“.