Tempo di lettura: 2 minuti

Olevano sul Tusciano (Sa) – Bombardamenti delle forze anglo-americane, armistizio di Cassibile (3 settembre 1943 ma reso pubblico l’8 settembre), lo sbarco di Salerno (9-16 settembre 1943). Una sequenza frenetica con la guerra che, da giugno, falcia migliaia di inermi salernitani del capoluogo e della provincia. In mezzo, fra tre fazioni contrapposte (anglo-americani, tedeschi, esercito italiano), la popolazione poi civile senza guida, orfana del proprio Re rifugiatosi a Brindisi.

In una guerra i morti sono tutti uguali, hanno uguale dignità. La memoria collettiva ha il dovere di ricordarli. Tutti. Si percepiscono questi quali principi ispiratori della annuale commemorazione – che anche stavolta si ripeterà – del Comune di Olevano sul Tusciano.

A Salerno – nel cui centro storico sono ancora ben individuabili gli squarci – non sembra essere invece ancora arrivato il momento per sfogliare, senza inflessioni, questa tragica pagina di storia. Unico, lontano, riferimento fu dell’Anpi il 21 giugno del 2013 con una deposizione di corona d’alloro in Largo Granilli, a 70anni esatti dal primo bombardamento.  

Olevano: nella locandina municipale si legge: “In collaborazione con la Parrocchia di Santa Maria a Corte e le sedi locali delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma ‘Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, Associazione Nazionale Marinai d’Italia, Gruppo Nazionale Leoni di San Marco – Campania, Associazione Nazionale Autieri d’Italia e Associazione Nazionale Carabinieri’ invitiamo la Cittadinanza tutta a partecipare alla Commemorazione delle vittime civili del bombardamento alleato del 14 settembre 1943.

Mercoledì 15 settembre 2021

‘…Corre voce di disgrazie grandi a Monticelli nel combattimento di ieri: parecchi morti e molti feriti. Speriamo che non sia vero. Ma purtroppo mi si assicura che è vero; povero paese mio!’. 

(Carlo Carucci, ‘La battaglia di Salerno vista dalla borgata Valle di Olevano sul Tusciano’, 1943)”. 

PROGRAMMA: Mercoledì 15 settembre 2021 – Ore 17.45 -Piazza Mons. Silvio Capone Benedizione della corona di alloro.

Ore 18 – Chiesa parrocchiale di Santa Maria a Corte – Celebrazione Eucaristica in ricordo delle Vittime presieduta dal parroco di Santa Maria a Corte Don Emanuele Andaloro.

Ore 19 – Largo Raffaele Talamo – Deposizione della corona di alloro presso la lapide, in memoria delle Vittime Civili.

A firmare il documento il Sindaco Michele Volzone con il Delegato alla Cultura Michele Cicatelli.

Lo sbarco di Salerno – Archivio di Stato.